Blocco Diesel a Verona: di che cosa parliamo?

Home Info Novità Blocco Diesel a Verona: di che cosa parliamo?

Blocco Diesel a Verona: di che cosa parliamo?

BLOCCO DIESEL VERONA

Se ne sente parlare con insistenza ormai da settimane e, sebbene la limitazione scaturisca da un accordo interregionale, ogni regione coinvolta ha emanato direttive diverse. In questo articolo faremo chiarezza sulla direttiva che coinvolge Verona e il Veneto più in generale, facendo menzione anche alle deroghe previste e concesse dalla Regione.

Il 9 giugno 2017 la Regione Veneto, insieme al Ministero dell’Ambiente e alle Regioni Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, ha siglato il Nuovo Accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure di risanamento per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano. L'accordo, che è stato siglato in occasione del G7 sull'ambiente che si è tenuto a Bologna nel giugno dello scorso anno, punta a contrastare l'inquinamento atmosferico nelle aree metropolitane del Nord Italia.

Blocco Diesel a Verona

Dal 1° ottobre scorso è in vigore il blocco alla circolazione per i veicoli euro 3 alimentati a diesel, che si è aggiunto a quello degli anni precedenti per i mezzi euro 0-1-2 diesel e 0-1 benzina.
Il traffico è limitato dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30, senza finestre intermedie, fino al 31 marzo 2019. Nessuna limitazione, invece, per quanto riguarda le auto a metano, gpl, elettriche, ibride e quelle a benzina sopra euro 2.

La direttiva prevede delle deroghe per le persone che hanno un Isee pari o inferiore a 16.700 euro (certificazione da tenere sempre in macchina), per le persone con più di 70 anni, per i portatori di handicap, per quanti non possono recarsi a lavoro con mezzi pubblici e per i possessori di veicoli che fanno il tragitto casa-fermata del trasporto pubblico. Ma non solo: a questo link troverete tutte le deroghe dell’ordinanza.

Il Diesel nel futuro

Scattate le prime limitazioni permanenti al traffico in Veneto, Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, viene da domandarsi quale futuro spetti alle vetture alimentate a diesel.

Un primo dato certo sull'avvenire riguarda l'estensione del blocco ai veicoli diesel Euro 4 entro il 1 ottobre 2020 e alla categoria euro 5 entro il 1 ottobre 2025. Se le vetture alimentate a Diesel garantiscono una guida brillante ed un abbattimento dei consumi, le nuove normative europee in materia di inquinamento stanno compromettendo le sorti di un mercato da sempre florido e redditizio. I costi per l'adeguamento dei motori a gasolio ai livelli richiesti dalle varie normative antinquinamento sono elevatissimi e i costruttori puntano sullo sviluppo di auto ibride, elettriche, gpl o a metano.

Alcuni costruttori tedeschi, tuttavia, stanno investendo sullo sviluppo tecnologico del motore a gasolio e promettono per i prossimi anni la creazione di un motore a basse emissioni, ma ancora altamente performante.

Siamo certi che la tecnologia non possa rendere pulito anche il Diesel?

Indietro